Idee per le mamme: incontriamo l’Assoc. Genitori Calamida Mereu

Working Mothers Italy in collaborazione con Idee per le Mamme di Dash vuole dare voce ad alcune delle associazioni che hanno ricevuto il sostegno e contributo economico attraverso l’iniziativa sociale “Idee per le mamme – Per un Paese a misura di famiglia”.

Tramite questa iniziativa sono state finanziate e data visibilità a entità e associazioni no profit attive nel sostegno alla genitorialità e alla maternità in gran parte costituite proprio da mamme come noi.

Una di queste è l’Associazione Genitori Calamida Mereu con il Progetto “ADOTTA UN’AREA VERDE” che rappresenta il punto d’incontro tra gli obiettivi dell’Associazione Genitori Calamida-Mereu e gli obiettivi di un Comitato di Genitori (“Giochiamoci la città”) nato spontaneamente all’interno dell’Associazione stessa.

L’Associazione Genitori, dopo alcuni anni di attività nella Scuola, ha sentito la necessità di uscire dall’ambito scolastico e di provare a realizzare un parco a misura di bambino dove mettersi in gioco come genitori consapevoli che il cambiamento morale e sociale può e deve partire dalla famiglia.

Il Progetto denominato ‘ADOTTA UN’AREA VERDE CON IL COMITATO GIOCHIAMOCI LA CITTA’ -NUORO’ è già partito con l’adozione di circa 3000 mt di area verde pubblica abbandonata che il ‘Giochiamoci la città’ sta trasformando in un parco a misura di bambino, dove il bambino stesso partecipa continuamente alla realizzazione e miglioramento dell’area verde a lui dedicata (progettazione partecipata).

Il Progetto del parco va di pari passo con il Progetto educativo di più ampio respiro perseguito dal Comitato, per un cambiamento della città di Nuoro, promuovendo una cultura dell’infanzia, intesa come miglioramento costante del rapporto bambino/ambiente e bambino/contesto sociale.

Le fasi del Progetto in sintesi sono: lo spianamento e la recinzione dell’intera area; la sistemazione di almeno due cancelli per l’ingresso pedonale; l’allaccio idrico e sistemazione dell’impianto d’irrigazione e posizionamento di una fontanella; l’allaccio elettrico per l’illuminazione dell’area verde per mezzo di piccoli lampioncini; la costruzione dei servizi igienici e relative fognature; l’installazione di 4/5 cartelli con informazioni generali e sul comportamento da adottare all’interno dell’area; la realizzazione di una pista ciclabile; un Angolo del Silenzio per la meditazione e l’educazione al rispetto del silenzio silenziosissimo; un’Area Archeologica per lo scavo didattico e il restauro archeologico; la sistemazione di un lungo tavolo per laboratori di manipolazione, giochi di società o semplici picnic; posa in opera di panchine; posa in opera di ‘sabbiera’ per i più piccini e di giochi classici quali altalene e scivoli; piantumazione e cura di piante e arbusti tipici della flora mediterranea; creazione di un orto sinergico, dove i bambini potranno apprendere le tecniche di coltivazione biologica; collocazione di cestini per la raccolta differenziata; riciclo di un cartellone informativo della Comunità Europea, ormai obsoleto e scolorito, da utilizzare per la creazione di uno sfondo neutro da utilizzare per la proiezione di cinema all’aperto e l’allestimento di spettacoli teatrali.

Come avete saputo dell’opportunità offerta dall’iniziativa ‘Idee per le mamme’?

Per caso, sentendo in TV la testimonial Maria Grazia Cuccinotta che ne parlava, e poi andando sul sito della Dash-Idee per le mamme.

Ci siamo ritrovati a parlarne tra genitori ed abbiamo pensato ‘perchè no?‘ in fondo siamo quasi tutte mamme anche noi del Comitato!!! E’ stato bellissimo sapere che il nostro progetto (insieme ad altri 14) era stato scelto tra 400 progetti provenienti da tutta Italia!!!

A chi e’ rivolto il progetto?

Il Parco è un luogo dove oltre al libero gioco in libero spazio, è possibile partecipare a laboratori creativi ed occasioni di crescita mentale e culturale. Il parco diventa così pian piano luogo di aggregazione sana e spontanea tra ragazzi e adulti, dov’è possibile concretizzare idee e proposte di crescita comune.

Qualunque genitore può dare una mano nella realizzazione del progetto, e in questo modo chiunque può essere partecipe della manutenzione e salvaguardia di un bene pubblico, nell’ambito di quell’obiettivo sempre vivo per cui la proposta progettuale diventa proposta educativa, per sviluppare in tutti il senso civico di appartenenza alla Comunità: chiunque, genitore o no, con la voglia di mettersi in gioco, può offrire le proprie capacità e attitudini, potenzialità e passioni e non necessariamente ricoprendo il proprio ruolo professionale e/o istituzionale: il tutto a disposizione dei propri figli e di chiunque reputi quel percorso adatto alla crescita educativa ed emotiva della propria famiglia.

Normalmente come comunicate esternamente le vostre iniziative per farle conoscere?

Le nostre iniziative vengono comunicate principalmente e verbalmente di persona, tra un’incontro e l’altro a scuola, in piazza, nei luoghi dello sport frequentati dai bambini ecc….Inoltre inviamo delle Newsletter ad una mailing list di genitori e non. Abbiamo un piccolo blog. Siamo su Facebook e Twitter.

Nei quotidiani locali (La Nuova Sardegna e L’Unione Sarda), spesso si possono leggere notizie sull’andamento del nostro Progetto.

Grazie per averci lasciato la vostra testimonianza e un grosso in bocca al lupo per un progetto così stimolante, impegnativo e utile alla comunità!

Maria Cimarelli

Working Mothers Italy



Se ti è piaciuto questo articolo, seguici regolarmente nel nostro network gratuito dove potrai incontrare migliaia di mamme. Iscriviti a WMI!

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento